Il verde, colore eco-INsostenibile.

verde1

Omaggio alla natura

Il colore Greenery, Pantone 2017 è un omaggio alla natura.

Storicamente “tutta la passione per il verde risale ai costruttori delle piramidi, alla figura mitica di Osiride. (…) Il verde è il colore dell’Islam e del turbante del Profeta Maometto, del Paradiso Terrestre islamico. Nel Nord Europa ci sono i “verdi barbarici”, poi le tuniche dei pirati che assalgono chiese e monasteri. I vichinghi preferiscono senza dubbio il verde, forse in contrasto con il blu delle distese marine e il bianco della neve, che copre quelle terre. Il colore degli ecologisti, Grünen, proviene dal mondo nordico e pagano (…) Imposto dall’Illuminismo da colore delle streghe diviene il colore dei borghesi e dei mercanti.”

Il verde è il colore della speranza e della rinascita, legato all’idea della giovinezza per la sua instabilità chimica e alla fortuna. Secondo Pastoureau è diventato un colore messianico, ma davvero “Salverà il mondo”?

Il verde è il colore per eccellenza che ci rimanda all’idea di sostenibilità. In passato per ottenere il colore verde si adottavano sostanze pericolose come l’arsenico. Ad oggi per essere sintetizzato necessita di processi produttivi piuttosto inquinanti. Alcune gradazioni di verde contengono oltre al cloro anche velenosi atomi di bromuro, cobalto, titanio, nickel e ossido di zinco.

Essere Green non è questione di colore, significa avere attenzione per l’ambiente, dai piccoli gesti alle grandi azioni collettive. Sono sempre più i richiami agli elementi naturali che si riscontrano in architettura, in installazioni e nel design di interni.

Secondo il chimico Michael Braungart è impossibile adoperare il colore verde senza inquinare.

Nonostante l’enorme bisogno di ecosostenibilità nel mondo, i mezzi restano poco coerenti per assicurare un futuro migliore alle prossime generazioni.

Non basta l’idea, tocchi di colore su pareti, tessuti o complementi di color verde in tutte le sue gradazioni o tonalità. Abbiamo bisogno di concretezza. Di seguito alcune opere di designer e architetti attenti al concetto di natura e sostenibilità.

costanza algranti©CMYKdesignblog
armadio L2. photo Zep Studio
Giorgio Caporaso©CMYKdesignblog
Libreria Modulare Mattoni
Nature Leap©CMYKdesignblog
Installazione di LAN architecture per Paola Lenti
omaggio alla natura©CMYKdesignblog
Gioielli Smog Free – Studio Roosegarde

 

Credits: Philip Ball “Colore. Una biografia”, Brusatin “Storia del colore”, arch. M. Martellotta, Doppiozero

 

Related posts

Leave a Comment